Perché l’Italia trema

Molti stranieri interessati alla cultura italiana e più in generale all’Italia, così come anche molti italiani, si staranno chiedendo in questi giorni di fine maggio 2012 perché l’Italia trema: è un evento unico per l’Italia? qual è l’entità del pericolo?

Secondo l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in Italia si verificano dei terremoti praticamente ogni giorno, di magnitudo tra 2 e 3 punti e dalla durata inferiore, in media, ai 30 secondi. Quasi ogni anno sul territorio italiano abbiamo un terremoto di maggiore rilevanza, cioè superiore a 3 punti di magnitudo e di maggior durata. I terremoti più forti in Italia hanno superato 7 punti di magnitudo, qualche minuto di durata e un’area di grande estensione in km. In media l’Italia ha conosciuto quest’ultimo tipo di terremoti quasi ogni secolo, e in alcuni casi più volte nell’arco del medesimo secolo.

Con questo non si vuole dire che l’Italia sia un paese pericoloso; ma solo che, come molte altre zone del mondo quali le isole oceaniche, il Giappone e la costa occidentale degli Stati Uniti, è soggetta a sismi.
Quindi l’Italia trema a causa di movimenti terrestri, a causa della sua conformazione naturale, a causa della sua posizione.

Questi fenomeni fisici sono ben conosciuti dagli scienziati, e già da tempo; è per questo che in Italia ci sono leggi – che purtroppo non sono state sempre rispettate nel corso del tempo, prima per ignoranza, in seguito per corruzione – per costruire case e infrastrutture a prova di sisma. Per le stesse ragioni gli italiani rifiutano da anni di costruire centrali nucleari sul suolo italiano.

Ovviamente non è possibile evitare il verificarsi di fenomeni naturali quali i terremoti. Eppure è possibile ridurne i danni e le vittime se si rispettano le modalità di costruzione antisismiche, se si seguono i piani regolaroti urbani, se non si eccede con gli interventi artificiali sul paesaggio naturale (scavi, trivellamenti, deviazioni del corso dei fiumi, disboscamento, ecc.).

 

Riflettiamo insieme:

- Si verificano terremoti nel tuo paese di origine?
– Ti sei mai trovato in Italia durante un terremoto?
– Credi che l’uomo, grazie alle moderne e avanzate tecnologie, possa controllare gli effetti del terremoto?
– Quali altri tipi di catastrofi naturali conosci?
– Qual è il ruolo degli esseri umani nelle catastrofi naturali?