La resa del congiuntivo

Una delle sfide più grandi durante i corsi d’italiano a stranieri (ma direi anche a madrelingua) è di far accettare, e quindi applicare, l’uso del congiuntivo nelle frasi oggettive. Mi spiego meglio.

Noi insegnanti passiamo ore a ripetere che dopo i verbi di volontà, desiderio, opinione, timore e simili, “ci vuole” il congiuntivo.
Non si dice: <<pensa che la corruzione è estremamente diffusa nel suo paese>>, ma si dice: <<pensa che la corruzione sia estremamente diffusa nel suo paese>> perché il verbo d’opinione pensare è seguito, secondo la regola, dal congiuntivo.
Non si dice: <<ritiene che è aumentata negli ultimi anni>>; si dice invece: <<ritiene che sia aumentata negli ultimi anni>> perché il verbo d’opinione ritenere è seguito, come da regola, dal congiuntivo.

Il congiuntivo

Cosa succede quando, dopo che noi insegnanti ci siamo sgolati per anni a ripetere la regola e abbiamo consumato delle penne rosse a correggere gli errori scritti, i nostri alunni leggono le seguenti frasi in un articolo pubblicato da un giornale nazionale?
<<il 76 per cento degli europei pensa che la corruzione è estremamente diffusa nel suo paese, e il 56 per cento ritiene che è aumentata negli ultimi anni>> (Internazionale del 3 febbraio 2014, La corruzione costa 120 miliardi all’anno, secondo paragrafo).

Ebbene, forse noi insegnanti dovremmo arrenderci e smettere di lottare per il congiuntivo, visto che il congiuntivo stesso si è arreso. D’altronde, Trifone e Palermo nella loro Grammatica italiana di base ne fanno una questione di stile: << negli usi informali si ricorre frequentemente all’indicativo al posto del congiuntivo >> (p. 205); l’uso dell’indicativo in questi casi non è più stigmatizzato, ma giustificato come informale.

Già in altre lingue (innanzitutto il francese) prima che in italiano si è verificata la resa del congiuntivo, insieme ad altre semplificazioni e omologazioni d’uso, senza che questo significasse perdere tutta la loro ricchezza sintattica e semantica. Prevediamo lo stesso destino per l’italiano?

 

Cosa pensi dell'uso del congiuntivo in italiano?

View Results

Loading ... Loading ...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>